site-logo

Divertente Vestito Bianco Marilyn Monroe Il Vestito Bianco Di Marilyn Monroe – Moda E Design Italiani

Vestito bianco marilyn monroe - Debbie reynolds, in debito, promuoverà una parte della sua serie, compresa la vestizione indossata da monroe "mentre il coniuge è in escursione". Un sarto da abito oscar glielo ha disegnato: in quella striscia di tessuto tutte le personalità della diva
.

Bianca da castigare, marilyn. Come quel vestito che è diventato una fantasia con lei e che sarà ora messo all'asta (il prossimo 18 alla residenza pubblica profiles nella storia) a capo e ricostituire i soldi difficili dovuti a debbie reynolds che fino ad ora ha custodito tra i suoi memorabilia e il suo deludente, senza un soldo rimanendo due mariti. Aspettatevi cose brillanti, debbie, da quel pezzo di materiale "che ora è di colore ecru": due milioni di dollari, per essere precisi. A causa delle slippers viola di judy garland, il bowler charile chaplin indossava all'interno del vagabondo, il grembiule a quadretti di dorothy nel mago di oz, il diadema di liz taylor a cleopatra (la maggior parte dei diversi possedimenti di reynolds come modo di spostarsi in vendita), quel vestito incrociato a il collo aveva dentro di sé: marilyn. E divenne lei. Dal giorno in cui billy wilder lo sventolava da sotto il gioco d'azzardo della grata di una metropolitana in uno studio della 20th century fox dopo aver tentato di ambientare la stessa scena all'una di notte del 15 settembre 1954, precisamente a cinquantadue strade di lexington in manhattan, una folla di fan ha rovinato le riprese e lo ha costretto a buttar via "il colpo". Perché c'era quello che si vestiva. Con marilyn dentro. La signora che non ha più bisogno di una colonna sonora. Se ha "inventato" un sarto da vestire, william travilla, che prima di aver incontrato l'attrice aveva già ricevuto un oscar (per le avventure di don giovanni) e dopo aver disegnato l'abito (ma alcuni dicono che l'ha davvero comprato) inoltre acquisito un flirt con lei. Corpetto in tessuto plissettato, profonda scollatura, braccia, spalle e schiena scoperti. Una cintura che iniziò senza indugio sotto il seno e, sotto la fascia, la lunga gonna a pieghe che l'intero globale guardava verso l'alto. Sconcio ma verginale. Casuale ma molto consapevole. Come marilyn, nata norma jean e da tempo fuori da ogni popolare. Una bionda con un abisso oscuro.

Chissà se più d'oca o più irrequieti. Veramente più grande addomesticato al suo telaio che alla sua testa. Lasciò le grazie libere e ingabbiato i la madame falls di niagara. Perché non poteva sopportare le "pieghe della biancheria intima", tuttavia non disdegnava le inutili incursioni di anna freud (una delle tante che l'avevano vista in analisi) nei meandri della sua psiche.

Bianco perché una moglie centrale, nonostante tutto, è cambiata. Il più semplice era in vacanza. E semplicemente perché sua moglie era in vacanza, lei era lì, si aggirava per le griglie della metropolitana per cercare ristoro dal nulla afoso e lo sguardo del marito di un altro (tom ewell). Lì per comprendere tutto il possibile che un uomo piacerebbe abbuffare, tutta la libertà che una persona vorrebbe davvero essere farcita. L'imprevedibile sorpresa. L'improvvisa opportunità di gelatina di pollo lasciata dall'amante sposo all'interno del friggitore a cupola. Marilyn si tuffò dal successivo affitto. Lì con quel cocktail impalpabile si vestiva che oltre al colore non aveva nulla da castigare. Quanto terribilmente in alternativa a castigare. Quel vestito è rimasto marilyn e marilyn è rimasta quel vestito (le magnifiche bambole, il doppio inutile, le cariche più comuni è in genere con quella vestita che ritraggono omette monroe) perché era esattamente perché si trasformava in marilyn. Un contrasto con l'aroma di un'ampia varietà di chanel 5. Un tocco di un trovatello, uno tra venere e proprio qui c'è l'incendiario marilyn.

Guarda più idee relative di vestito bianco marilyn monroe